Masterclass

Incontri per insegnanti e studenti su temi umanitari di grande attualità e interesse. L'obiettivo è dare informazioni generali e punti di vista particolari, sperando di stimolare la voglia di approfondire e tradurre gli stimoli in un post da pubblicare su questo sito.

Riguarda

Il colore invisibile. Per il diritto all'acqua e alla salute

IL COLORE INVISIBILE
per il diritto all’acqua e alla salute

La Giornata Mondiale dell’Acqua 2022 è dedicata alle acque sotterranee, invisibili ai nostri occhi ma estremamente importanti per la sussistenza delle comunità umane e l’equilibrio degli ecosistemi naturali. “Rendere visibile l’invisibile” è il motto di quest’anno e tra le cose che sono ancora troppo poco visibili (per quanto sempre più diffuse, anche in Italia) ci sono le conseguenze negative del mancato accesso all’acqua potabile.

Abbiamo parlato di quali sono gli effetti negativi del cambiamento climatico, di come si garantisce l’accesso all’acqua potabile e sicura nei contesti più fragili del mondo e dei legami che ci sono tra accesso all’acqua e salute delle popolazioni. Abbiamo parlato di diritti, che come l’acqua non hanno un colore, dipende da cosa ci mettiamo intorno… o dentro.

Con:

Mariagrazia MIDULLA. Responsabile per il Clima ed Energia di WWF Italia. Dopo anni di impegno sulla comunicazione ambientale, è diventata responsabile delle campagne internazionali di WWF Italia, occupandosi in particolare di cambiamento climatico/energia e di sostanze chimiche tossiche. Successivamente si è focalizzata sulla grande sfida del clima e della svolta energetica possibile.

Giulia BALDISSERA. Ingegnere specializzato in salute ambientale, Water and sanitation manager di MSF. Ha lavorato in diversi continenti e nel 2016 ha incrociato la strada di MSF, in Grecia. Oggi si occupa di tutti quei fattori ambientali che possono avere un effetto sulla salute dei pazienti, quindi prima di tutto l’acqua, che deve essere potabile e in quantità sufficiente. Ha operato anche in Italia, durante l’emergenza Covid-19, in supporto alla direzione sanitaria del carcere di San Vittore, per ridurre la trasmissione del virus.

Infodemia. Oltre pregiudizi e fake news

INFODEMIA

Oltre i pregiudizi e le fake news

Abbiamo parlato di come funzionano l'informazione e la disinformazione, di come esercitare il pensiero critico e difendersi dalle false notizie, soprattuto quando di mezzo ci sono la salute e la sicurezza delle persone. Abbiamo cercato di capire cosa è successo nel caso della pandemia di Covid 19 e cosa continua a succedere in tanti Paesi del mondo (in primis nel continente africano) a volte nel silenzio assordante dell'informazione, altre in mezzo a un sacco di pregiudizi e stereotipi. Per Medici Senza Frontiere la corretta informazione è una sfida importante, da costruire partendo da quel che succede quotidianamente sul campo.

Con

Massimo POLIDORO, scrittore, giornalista e segretario del CICAP, Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze. Insegna Comunicazione scientifica ai dottorandi dell’Università di Padova ed è autore di 50 libri e centinaia di articoli pubblicati su Focus e altre testate. Presenza fissa a Superquark è spesso autore e conduttore di programmi di divulgazione scientifica.

Maria Cristina MANCA, antropologa, ha una lunga esperienza in tema di epidemie con Medici Senza Frontiere: nel 2015 vola in Guinea per affrontare Ebola, poi è nei campi profughi in Sud Sudan, in Congo per combattere altre epidemie e favorire l'accesso alle vaccinazioni e alle giuste informazioni. Durante i primi mesi di picco dell'epidemia di Covid-19 in Italia, ha fatto parte del team di emergenza di MSF in Lombardia

Qui sotto una playlist dei momenti salienti dell'incontro.

L'unica arma intelligente. Come affrontare le guerre

L’UNICA ARMA INTELLIGENTE

come affrontare le guerre e i conflitti nel mondo

Il tema dell’incontro sono le guerre e i conflitti nel mondo: cosa sono, dove sono, chi riguardano e perché - alla fine dei conti - ne sappiamo così poco. Oltre ai dati geografici e alla drammatica cronaca delle azioni militari, le guerre e i conflitti sono eventi complessi e articolati, che hanno un inizio e (a volte) una fine, delle ragioni e dei torti, dei paradossi e tante contraddizioni. Soprattutto, si conosce sempre poco il destino delle vittime, molto spesso civili. Come avvicinarsi quindi a un tema così delicato e complesso?  

Con

Raffaele CROCCO, giornalista RAI e direttore dell’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo, un progetto di Associazione 46° Parallelo che dal 2009 pubblica un atlante e tante altre informazioni sulle guerre e i conflitti nel mondo, nella speranza che cresca e si diffonda una cultura consapevole di pace e solidarietà tra popoli e persone.

Duccio STADERINI, è il coordinatore delle missioni di ricerca e soccorso di Medici Senza Frontiere nel Mediterraneo centrale ed è stato capo missione in Siria. Ha una lunga esperienza nel preparare il terreno e gestire tutti gli aspetti organizzativi di un intervento umanitario in situazioni estreme, come le guerre. 

Qui sotto una playlist dei momenti salienti dell'incontro.

Come si costruisce una storia. Lo storytelling

ll tema del webinar è stato lo storytelling, ovvero: avete scelto di cosa parlare, selezionato le fonti e raccolto informazioni...  Adesso dovete decidere come utilizzarli per raccontare una storia, più precisamente per scrivere un articolo multimediale. In questo incontro vi presenteremo quattro punti di vista, quattro idee diverse che potreste utilizzare per rendere l'articolo originale e coinvolgente, diverso da tutti gli altri. 

Ne abbiamo parlato con:

Andrea BINASCO, laureato in lettere, ha insegnato italiano, storia e letteratura in scuole superiori in Italia e all'estero. Nel 2018 ha fondato con Matteo di Pascale Sefirot Indipendent Publisher, una casa editrice di prodotti per la creatività, e da allora si impegna a sviluppare e a distribuire prodotti editoriali densi di contenuto, durevoli e utili.   Andrea parlerà di uno speciale mazzo di carte, che si chiama Nebula e serve a individuare e studiare le fake news.

Edoardo BUCCI, studia Filosofia al terzo anno e collabora occasionalmente con Greenpeace Italia, nell’agosto del 2016 fonda insieme ad altri due ragazzi il mensile studentesco Scomodo, che ha la redazione under 25 più grande l'Italia.  Arianna PREITE, laureata in Lettere Moderne e attualmente studentessa di Editoria, speaker per Radio Statale ed ex-direttrice del giornale universitario Vulcano Statale, attualmente coordinatrice editoriale per Scomodo Milano Arianna e Edoardo parleranno di Presente 2020, un racconto di 160 pagine fatto di sole illustrazioni

Rosy RUSSO, ideatrice di Parole O_Stili, madre di 4 figli, creativa dalla testa ai piedi e titolare dell’agenzia di comunicazione Spaziouau. Rosy parlerà del Manifesto della comunicazione non ostile, alla base di un grande progetto sociale per sensibilizzare contro la violenza delle parole

Chiara PACI, è una esperta di comunicazione digitale e storytelling, dal 2017 scrive i contenuti e gestisce i canali social di Medici Senza Frontiere Chiara parlerà di come si raccontano i progetti, le storie e le testimonianze dai progetti di Medici Senza Frontiere in tutto il mondo e di come interagire con le diverse community digitali che fanno capo ai canali social di MSF.

Come si costruisce una storia. Le fonti.

L’incontro ha avuto come obiettivo di dare informazioni e suggerimenti utili per la fase di ricerca, preliminare alla redazione di un articolo sui temi umanitari: come impostare una ricerca? dove cercare le informazioni? come verificare le fonti? quali contenuti selezionare per rendere documentato e coinvolgente il proprio articolo?

Ne abbiamo parlato con:

David BIDUSSA (scrittore, giornalista, storico sociale delle idee e consulente editoriale di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli) che ci racconterà una esperienza di ricerca, analisi e utilizzo di fonti con consigli su come usarle per costruire l’ossatura di un articolo che sia solido anche del punto di vista storico

Giorgia GIROMETTI (esperta di comunicazione dei progetti di Medici Senza Frontiere) che ci racconterà una esperienza di raccolta di storie direttamente sul campo, con consigli su come selezionare quelle che siano più emblematiche e universali, capaci di generare empatia e solidarietà.

Clip video

Perché partecipare a Scuole Senza Frontiere (Roberto Saviano)

Come catturate l'attenzione (Roberto Saviano)

Cosa si può fare sul web di diverso dagli altri media (Angelo Melone)

Come raccontare le crisi umanitarie (Giorgia Girometti)

Come si racconta una guerra? (Raffaele Crocco)

Come rendere interessante un argomento (Roberto Saviano)

Come si racconta una guerra (Duccio Staderini)

Cosa si può mettere in un articolo multimediale (Angelo Melone)

Come si può dare un voto al lavoro fatto (Roberto Saviano)

Come si riconosce una notizia falsa (Massimo Polidoro)

Come si affronta una epidemia (Maria Cristina Manca)

Come racconteresti il tema dell'acqua (Maria Grazia MIDULLA)

Come racconteresti il tema dell'acqua (Giulia BALDISSERA)

Pronti a iniziare?

Torna alla home e... buon lavoro!