Avete pubblicato i vostri articoli? Sono venuti bene, siete soddisfatti ? Se la risposta è sì partecipate alla seconda edizione del concorso nazionale Web reporter per Medici Senza Frontiere.

Una giuria composta da Repubblica Scuola Internazionale Limes Radio 24 Fondazione Giangiacomo Feltrinelli Ong 2.0 Dataninja school e da altri esperti di educazione e comunicazione, premierà gli articoli migliori di 5 categorie in concorso: crisi dimenticate, azione umanitaria, voci migranti, fake news e articoli in lingua stranieraGli autori degli articoli vincenti saranno nostri ospiti per una giornata di premiazione che si svolgerà nell'autunno del 2020.

A causa dell'emergenza COVID-19 abbiamo dovuto annullare le giornate previste a maggio 2020 a Roma e Milano. Stiamo lavorando insieme ai nostri partner per definire la data, il luogo e il programma della nuova giornata di premiazione, perché anche questa sia un’occasione speciale, indimenticabile per i ragazzi e le ragazze vincitori. 

Stiamo aggiornando il Regolamento del concorso per l'anno scolastico 2019/2020, al momento trovate una modifica dei tempi di pubblicazione degli articoli e di iscrizione al concorso. Appena possibile pubblicheremo un nuovo aggiornamento con informazioni sulla data, il luogo e il programma della giornata di premiazione.

Web reporter per MSF

Regolamento concorso nazionale (aggiornamento del 18 marzo 2020)

Scheda iscrizione al concorso

Incolla qui il link dell'articolo PUBBLICATO SU QUESTO SITO. Non sono validi link di siti esterni o altri testi.
Selezionare al massimo due categorie
=
Scrivi qui sopra il risultato in cifre (grazie)
Puoi leggere la Privacy Policy di Medici Senza Frontiere visitando il nostro sito

Edizione 2018/2019

La prima edizione del concorso nazionale Web reporter perMedici Senza Frontiere si è conclusa a maggio 2019, con la partecipazione di tanti studenti e insegnanti da tutta Italia. La giuria composta da giornalisti di Repubblica Scuola, del settimanale Internazionale e da Limes, rivista italiana di geopolitica, dall’esperto di Educazione alla cittadinanza globale Pietro Pinto e dal fotografo Francesco Zizola (più volte vincitore del World Press Photo) ha scelto 5 articoli di altrettante scuole a Palermo, Firenze, Sassuolo, Ercolano (NA) e Marcheno (BS)La premiazione dei vincitori si è svolta nella sede nazionale di Medici Senza Frontiere il 16 maggio 2019, insieme ai giornalisti di Repubblica Scuola. La prossima volta potreste esserci voi!

Scuole Senza Frontiere, i vincitori della sfida di web journalism MSF

Centinaia le classi che hanno partecipato al progetto di web journalism di Medici Senza Frontiere. Tra i migliori anche i selezionati della Gara della Didascalia di Rep@Scuola. Per un giorno nella sede di Roma di MSF, dove ragazzi hanno potuto conoscere da vicino il lavoro dell'organizzazione.

Articoli vincitori della prima edizione per l'a.s. 2018/2019

L’EBOLA NON FERMA LA VITA (di A. Amato, A. Colombo, Y. Lemkhairi)

L’EBOLA NON FERMA LA VITA (di A. Amato, A. Colombo, Y. Lemkhairi)

26 Maggio 2019

Una donna congolese che contrae il virus ebola mentre è incinta difficilmente riesce a partorire prima di arrendersi alla malattia. Ma BENEDICTA è nata e anche se, a soli sei giorni, viene portata all’ospedale dal padre, perché, tramite i liquidi corporei della madre, anche la bambina ha contratto l’ebola, dopo le cure è guarita. L’Africa Occidentale … Read More

A couper le souffle (de Rebecca Zani)

A couper le souffle (de Rebecca Zani)

11 Maggio 2019

Vedant a les cheveux noirs comme le fond d’un puits, de grands yeux rêveurs et de petites oreilles comme les coquilles que l’on ramasse sur le sable empreigné de salure après la marée. Il a les mêmes aspirations des enfants de son âge: il voudrait devenir astronaute, il voudrait se baigner dans la mer du … Read More

SOS: CATASTROFE UMANITARIA NELLO YEMEN (di S. Castigliola, A. Di Lorenzo, L. Lacca, R. Mancuso)

SOS: CATASTROFE UMANITARIA NELLO YEMEN (di S. Castigliola, A. Di Lorenzo, L. Lacca, R. Mancuso)

10 Maggio 2019

Questa espressione allarmante è stata pronunciata da Chekh Ahmed, inviato speciale dell’ONU in occasione di una riunione di sicurezza delle Nazioni Unite. Egli ha affermato che i politici impegnati in questo conflitto “avrebbero compiuto azioni irresponsabili e provocatorie trascurando le sofferenze causate dal conflitto”. Lo stesso tono ha usato il sottosegretario delle Nazioni Unite per … Read More

Non hai ancora pubblicato un articolo?

Segui le indicazioni dei nostri tutorial