La prima competizione nazionale Web reporter per Medici Senza Frontiere, per l'anno scolastico 2018/2019, si è conclusa. La giuria composta da giornalisti di Repubblica Scuola, del settimanale Internazionale e da Limes, rivista italiana di geopolitica, dall’esperto di Educazione alla cittadinanza globale Pietro Pinto e dal fotografo Francesco Zizola, più volte vincitore del World Press Photo ha scelto 5 articoli, che potete leggere qui sotto.

I premi per i vincitori sono: 1) Pubblicazione del miglior articolo di ogni categoria sui canali ufficiali di MSF; 2) Invio ai vincitori di un pannello di riconoscimento da esporre a scuola; 3) Visita presso gli uffici di MSF a Roma: i redattori degli articoli vincenti delle tre categorie in concorso e gli insegnanti saranno invitati nella sede di MSF per vivere un giorno speciale insieme allo staff dell’associazione. Spese di viaggio e soggiorno saranno a carico di MSF; la visita si svolgerà il 16 maggio 2019

L’EBOLA NON FERMA LA VITA (di A. Amato, A. Colombo, Y. Lemkhairi)

L’EBOLA NON FERMA LA VITA (di A. Amato, A. Colombo, Y. Lemkhairi)

26 Marzo 2019

Una donna congolese che contrae il virus ebola mentre è incinta difficilmente riesce a partorire prima di arrendersi alla malattia. Ma BENEDICTA è nata e anche se, a soli sei giorni, viene portata all’ospedale dal padre, perché, tramite i liquidi corporei della madre, anche la bambina ha contratto l’ebola, dopo le cure è guarita. L’Africa Occidentale … Read More

A couper le souffle (de Rebecca Zani)

A couper le souffle (de Rebecca Zani)

11 Marzo 2019

Vedant a les cheveux noirs comme le fond d’un puits, de grands yeux rêveurs et de petites oreilles comme les coquilles que l’on ramasse sur le sable empreigné de salure après la marée. Il a les mêmes aspirations des enfants de son âge: il voudrait devenir astronaute, il voudrait se baigner dans la mer du … Read More

SOS: CATASTROFE UMANITARIA NELLO YEMEN (di S. Castigliola, A. Di Lorenzo, L. Lacca, R. Mancuso)

SOS: CATASTROFE UMANITARIA NELLO YEMEN (di S. Castigliola, A. Di Lorenzo, L. Lacca, R. Mancuso)

10 Marzo 2019

Questa espressione allarmante è stata pronunciata da Chekh Ahmed, inviato speciale dell’ONU in occasione di una riunione di sicurezza delle Nazioni Unite. Egli ha affermato che i politici impegnati in questo conflitto “avrebbero compiuto azioni irresponsabili e provocatorie trascurando le sofferenze causate dal conflitto”. Lo stesso tono ha usato il sottosegretario delle Nazioni Unite per … Read More

Non hai ancora pubblicato un articolo?

Segui le indicazioni dei nostri tutorial